mercoledì 18 aprile 2012

Lettera di una parrocchiana per Padre Giulio Maria Scozzaro

Lettera di una parrocchiana
per Padre Giulio Maria Scozzaro

«Rev. Padre, abito a Pesaro, a 10 Km. da Montegiove, Fano, ci sono i frati camaldolesi, dove anni fa c’era D. Elia Bellebono, santo Sacerdote dehoniano, ciabattino analfabeta, a cui Gesù appariva e gli ha affidato la missione di costruire a Urbino il Santuario del Sacro Cuore, ormai prossimo al completamento. Era deriso dai frati! L’eremo di Fonte Avellana è in provincia di Pesaro, 40 Km. da Montegiove, e lì è stato anche Giovanni Paolo II.
Nel Santuario del Sacro Cuore, spesso c’è Padre Carlo Colonna, Gesuita, che segue i giovani, ma apprezza molto e ha scritto un libro su Rita Cutolo, la più famosa pranoterapeuta italiana  che assieme ai figli, alla cognata e l’amica impone le mani a gente di tutta Italia: viene definita  “la scheggia di DIO” oppure “il soffio di DIO” che guarisce a nome di Padre Pio. Le edizioni Segno l’appoggiavano e diffondevano libri e numero telefonico.
Ora “associazione l’angelo” che si trova in località Pulzona è divenuta come Medjugorje perché da lì guardando il cielo, i suoi adepti vedono i fenomeni del sole come a Medjugorje…
Riceveva  vicino casa mia, mai vista in  Parrocchia, e alcune mie amiche, dopo aver avuto l’imposizione delle mani, hanno grandi problemi fisici ed esistenziali. Per uscirne dopo anni, devono ancora ricevere benedizioni dai Sacerdoti.
Questa donna disegna angeli personali su specchi che poi bisogna comprare a 30 euro e tenerli in casa  come quadri.
Dice di andare in bilocazione ovunque. Tre mesi fa le è morto un figlio che guariva anche lui, e lei si è vestita tutta di bianco perché dice di essere un angelo. I suoi adepti da tutta Italia si sono scagliati contro il nostro Arcivescovo, andati personalmente in curia a pretendere la S. Messa delle esequie e hanno fatto tanto clamore perché secondo loro ha sbagliato.
Quanta gente viene ingannata!!! Corrono fiumi di denaro che la donna dice di non chiedere, e la gente prima del medico va da lei.
Come mai Pavarotti non è rimasto in vita dopo tutte le sue imposizioni delle mani per farlo guarire?
Nessuno parla che la pranoterapia non collima col cristianesimo! Chi perde il posto di lavoro, oltre le casalinghe intraprendenti, con poche decine di euro può fare dei master per iniziare a lavorare.
Con 150 euro si impara a colloquiare con l’aldilà! Qui a Pesaro impazza la new age:
i master di reiki sono molto di moda come indirizzo di nuovo lavoro in casa,
i fiori di bach vengono dati anche ai lattanti, 
il gioco del bicchierino è in voga nelle scuole,
si guarisce con la riflessologia, toccando i piedi, ogni genere di malattia e  insieme si è guide di Medjugorje e catechiste molto protette da Parroci.
I medici hanno una nuova professione, le chiccoteche sono ristoranti e vi si pratica ogni genere di tecnica manuale di new age orientalizzante, gli stessi Sacerdoti e le Suore si servono di esse! C’è l’abbonamento per mangiare cibi di origine esoterica!
Braccialetti bioenergetici, mano di Fatima al collo al posto dell’effigie della Madonna, piramidi energetiche,  fontanelle rigeneranti, quadri con geroglifici egiziani, in ogni casa sostituiscono quelle di DIO o della Madonna.
Se avverti qualcuno di non andare in  certi posti ti senti rispondere: “Ma i Sacerdoti ci vanno e poi non dicono niente!”. Molti fanno negromanzia  e molti spacciano per buoni i messaggi dell’aldilà!
A Sant’Arcangelo di Romagna (Riccione) c’è Mirella Pizzioli, spaccia libri di messaggi dell’aldilà come parole di Gesù con la prefazione di un Sacerdote, mentre chi paga 40 euro riceve una cassetta per colloquiare con i morti e benedice. Un cartello avverte che Mirella va retribuita perché ha perso del tempo. Esorcisti non ce ne sono perché non è necessario in quanto non c’è pericolo, così dicono in curia!
Nel Rinnovamento qui in città c’è un grande proliferare di persone che sentono e ricevono messaggi da Dio e dai Santi mentre la CARITÀ non esiste quasi più. Le Chiese sono vuote e nei confessionali non ci sono più Sacerdoti in attesa dei penitenti.
A pochi Km, fra Gabicce e Cattolica, c’è il convegno annuale con la Dott. Paola Giovetti e tutto lo staff, compresi Sacerdoti, per parlare attraverso registratori, con i morti: incredibile inganno e poi fanno scrivere agiografie di Santi a Paola Giovetti!
Povera Santa Clelia Barbieri e Santa Gemma!  
L’Arcivescovo Bagnasco ospitò 1.500 musulmani il giorno di Pasqua in Seminario, convenuti da tutta Italia, dopo 3 giorni fu nominato ordinario Militare, che è un titolo molto meritorio.
Il mio Parroco inizierà i lavori  di risistemazione della Chiesa: per togliere il Tabernacolo e metterlo in una cappella dietro, non più visibile! Entrando nella nuova Chiesa non sarà più necessario fare il segno della Croce visto che è una grande sala con sedie, senza banchi e senza il Padrone di Casa! 
Urge qualcosa per risvegliare le coscienze sopite! La ringrazio di cuore e prego per lei. Emanuela».